Frodi Scientifiche

Il Patto Trasversale per la Scienza agisce su due fronti, esterno, ovvero contrasto alla pseudoscienza, ed interno al mondo scientifico,assicurandosi che i lavori scientifici siano integri, replicabili ed onestamente riportati nella letteratura e al pubblico. A questo scopo, è indispensabile da un lato esaminare con accuratezza i casi di presunta cattiva condotta, chiedendo quando appropriato il ritiro o l’estensiva correzione dei lavori scientifici frutto di cattiva condotta, e dall’altro provare ad armonizzare disposizioni e regolamenti dedicati, in modo tale che l’Italia raggiunga finalmente gli altri paesi avanzati. Siamo infatti sprovvisti di norme che prevengano e contrastino le frodi scientifiche. La ricerca scientifica del nostro paese merita di essere ripulita da frodi e pseudoscienza per rispetto verso i cittadini, il cui denaro è impiegato dalla ricerca pubblica,  e verso i ricercatori onesti, i quali hanno diritto a dati puliti su cui lavorare e ad essere finanziati sulla base del proprio merito, non dell’abilità nel prendere scorciatoie etiche inaccettabili. E’ quindi giunto il momento che la comunità dei ricercatori contribuisca attivamente all’integrità della ricerca scientifica nazionale ed internazionale, con i mezzi che la scienza stessa fornisce.

Enrico Bucci è attualmente Adjunct Professor presso la Temple University di Philadelphia (dove conduce attività di ricerca sulla biologia dei sistemi del cancro) e dirige una piccola azienda dedicata all’analisi dei dati scientifici, con particolare riguardo alla loro integrità (Resis Srl), È autore di oltre 80 pubblicazioni peer-reviewed, di diversi capitoli di libri e di un libro divulgativo dedicato alla frode scientifica pubblicato nel 2015 chiamato “Cattivi Scienziati” come l’omonimo sito dove si occupa di fare divulgazione scientifica sulla tematica. Il suo lavoro sulle frodi scientifiche è stato più volte coperto a livello nazionale e internazionale, inclusi alcuni pezzi su Nature. Inoltre, ha lavorato o lavora come editor con competenza specifica nell’analisi delle immagini per diverse riviste scientifiche ed è stato ed è consulente per l’integrità della ricerca e delle attività di formazione in tale ambito per vari enti di ricerca pubblici e privati.